Post Covid-19: l'e-commerce online cresce, mentre i negozi fisici faticano

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter

L'industria e-commerce ha recuperato circa il 90% dei volumi complessivi degli ordini da quando le restrizioni sulla spedizione di prodotti non essenziali sono state, secondo le stime del settore.

Il valore totale degli articoli venduti online, tuttavia, rimane basso poiché i consumatori continuano a evitare acquisti di prodotti di grandi dimensioni a causa dell’incertezza economica causata dalla pandemia in corso.

Il salto di volume nelle ultime settimane è stato guidato dal significativo aumento delle vendite di elettronica, secondo i dati di Unicommerce, un fornitore di soluzioni tecnologiche per il settore dell’e-commerce. Ciò include articoli come accessori per telefoni, gadget, accessori per animali e attrezzi per il fitness, che sono cresciuti del 145% rispetto alle vendite prima del blocco nazionale indotto da Covid-19.

“Il volume degli ordini è oscillato tra il 79% e l’88% nelle ultime settimane, ma il recupero di GMV (valore lordo della merce) è ovviamente inferiore”, ha affermato un dirigente in uno dei principali mercati di e-commerce in India.

Un rappresentante per il mercato online di Snapdeal ha affermato che i volumi di vendita complessivi erano ora simili ai livelli pre-Covid. “La ripresa dei volumi degli ordini è stata più rapida nelle città più piccole probabilmente a causa della disponibilità limitata di prodotti nei negozi offline a causa di interruzioni della catena di approvvigionamento”.

Categorie come casa e abbigliamento sono tornate ai livelli pre-Covid-19. Nuove categorie relative alla sicurezza e alla salute personale stanno guidando volumi sostenuti “, ha aggiunto il portavoce di Snapdeal.

"L'e-commerce ha mostrato una ripresa molto più veloce di quanto chiunque avesse previsto... la paura di (fare acquisti) offline continua ancora ", ha affermato Kapil Makhija, CEO di Unicommerce.

“Sono stati 45 giorni di forte crescita e la traiettoria verso l’alto continua, il che significa un cambiamento fondamentale nel modo in cui i consumatori acquistano”, ha detto Makhija. La tendenza al rialzo non include la crescita delle vendite di smartphone, che rappresenta oltre il 40% di GMV delle piattaforme di e-commerce.

Le vendite di moda, che avrebbero dovuto soffrire a causa dei bassi tassi di recupero, sono risalite a circa il 70% dei livelli pre-pandemici, ma i valori del carrello sono inferiori del 25% rispetto a prima dell’epidemia, hanno mostrato i dati Unicommerce. L’abbigliamento per bambini sta guidando la crescita ed è aumentato del 100% dall’inizio di Giugno rispetto ai volumi di vendita precedenti alla pandemia.

In seguito allo sblocco dell’economia, le società di commercio online avevano previsto un aumento temporaneo delle vendite a causa della domanda. Mentre le vendite avevano recuperato circa l’80% dei livelli pre-Covid-19 nelle prime tre settimane, i dirigenti del settore nei principali mercati non erano sicuri di quanto sarebbe durata la ripresa.

Tuttavia, secondo Unicommerce, la domanda è rimasta costante nelle ultime sette settimane.

I marchi diretti al consumatore, tra cui esempi di Dollar Shave Club, Casper Mattress hanno registrato un recupero delle vendite del 25% più rapido rispetto ai marchi tradizionali che vendono online solo attraverso i marketplace.

Ankur Pahwa, leader nazionale per il settore e-commerce e Internet di consumo presso EY, ha concordato che, mentre i volumi online si stavano riprendendo, il valore dei beni venduti era di gran lunga inferiore ai livelli pre-Covid. Ciò è dovuto in gran parte ai consumatori che hanno ridotto la spesa e anche a una quota crescente di acquirenti alle prime armi su piattaforme online, che stavano sperimentando con i loro primi ordini.

“Articoli di alto valore come gli elettrodomestici di grandi dimensioni, i mobili non vanno affatto bene. Stanno solo lentamente iniziando a (essere venduti) di nuovo, ma i volumi sono estremamente bassi “, ha detto Pahwa. “Nelle categorie in rapido movimento, sta succedendo una sostituzione in cui le persone passano da elementi di valore più elevato a equivalenti di costo inferiori”.

La categoria della moda online dovrebbe guadagnare slancio su specifici eventi di vendita da parte dei retailer, entro la fine del mese. Il rapido recupero delle  vendite online arrivano in un momento in cui la vendita offline di marchi di moda è di circa il 30-40%, afferma Unicommerce.

“I marchi ci dicono che il canale offline si sta riprendendo molto lentamente; anche se ci sono passi, le transazioni non stanno avvenendo. Gran parte della loro domanda è passata all’online, che è ampiamente tornato ai livelli pre-Covid-19 “, ha aggiunto Makhija.

Nella categoria home fitness, prodotti come le bande elastiche e gli attrezzi da palestra stanno guidando le vendite e la dimensione media del carrello è aumentata di un 5-10%, rispetto ai livelli pre Covid-19.

Nel segmento dell’occhialeria e della bellezza, i volumi di vendita hanno recuperato rispettivamente il 70% e il 60%. A differenza di altri segmenti in cui il recupero del valore è stato inferiore al recupero del volume, le dimensioni del carrello in queste categorie sono rimaste coerenti rispetto a prima della pandemia.

Conclusione

Il settore dell’e-commerce è uno dei settori che, in generale, non solo è riuscito a mantenere costanti i volumi di vendita durante il periodo di lock down, ma è riuscito a crescere, in determinati settori, in maniera esponenziale.

I servizi eLogy, ad esempio, sono stati completamente operativi durante tutto il periodo di lock down, grazie alle misure di sicurezza garantite all’interno dei nostri ambienti.

Se sei alla ricerca di un partner affidabile per la gestione della logistica del tuo progetto e-commerce, puoi prenotare una consulenza gratuita con uno dei nostri eCommerce Manager. Ti basta cliccare il pulsante qui sotto.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
MARCO - CEO ELOGY

MARCO - CEO ELOGY

Marco Lanzoni è il creatore di Elogy. La piattaforma che massimizza le performance del tuo e-commerce ottimizzando i processi pre e post vendita.

Inizia Oggi Stesso Ad Automatizzare I Tuoi Processi Di Logistica

Unisciti a Centinaia D’Imprenditori Digitali Da Tutta Europa

Copyright ©2019 eLogy Srl - Tutti I Diritti RIservati - P.Iva 01739520623 - mail: info@elogy.io

Privacy Policy - Cookie Policy - Termini & Condizioni - GDPR - Supporto - Contatti